Calcite e Aragonite

Calcite – E’ un minerale comunissimo i cui cristalli hanno habitus molto vario; anche i geminati sono frequenti. Molto spesso i cristalli non avendo sviluppato una loro individualità, formano una massa concrezionata, granulare, o di altre forme ancora. E’ incolore e limpidissima quando pura, ma può essere debolmente colorata per la presenza di microinclusioni.

Nella varietà spato d’Islanda, dai cristalli romboedrici trasparenti di dimensioni anche enormi (in Islanda ne fu trovato un’esemplare di 6,50 per 2 metri), si osserva bene una proprietà tipica della calcite: la birifrangenza (cioè la capacità di scindere il raggio luminoso in due raggi), infatti guardando il punto nero disegnato dietro il campione esposto se ne vedranno due.

La calcite è un minerale fondamentale di molte rocce, tra cui i marmi e i calcari; nel Salento è molto comune, trovandosi anche come riempimento di cavità carsiche con individui di colorazione bruno-rossiccia per la presenza di ossidi e idrossidi di ferro.

Aragonite (Carbonati)

Aragonite – Ha la stessa formula chimica della calcite, ma formandosi in condizioni ambientali differenti (pressione più alta) ha un reticolo cristallino più compatto. Nel museo sono visibili belli esemplari provenienti dalla Sicilia. Una varietà molto particolare, detta “flos ferri”, si presenta come un aggregato coralloide.